Diventare madri con la sclerosi multipladi Redazione

406


 

In Italia, ogni anno 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla. Un nuovo caso ogni 3 ore. Delle 114.000 persone colpite, il 10% sono bambini. È la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali, colpisce per lo più persone trai 20 e i 40 anni, soprattutto donne.

Il progetto “soSMamma – percorso di supporto alla maternità per le donne con Sclerosi Multipla” ha lo scopo di fornire alle donne con SM un sostegno mirato a fronteggiare il periodo del post partum. Si potrà far partire questo progetto solo sostenendolo attraverso il crowdfunding a questo link: www.eppela.com/sosmamma

oppure partecipando domenica 14 Gennaio, dalle ore 10,30 alle ore 16,30 a “La solidarietà ti fa bella” promosso dalla Sezione Provinciale di Roma di AISM in collaborazione con l’ambasciatore e stilista L’Oréal Professionnel Orazio Anelli e ospitata presso la prestigiosa Accademia L’Oréal Roma a Piazza Mignanelli 23. Durante l’evento, 30 hairstylist saranno a disposizione per offrire una messa in piega a donne e uomini, in cambio di una donazione, totalmente libera, e destinata interamente al sostegno del progetto “soSMamma” di AISM Roma.

Nel panorama socio-sanitario italiano, non esistono se non a pagamento servizi o attività dedicati alla fase successiva al parto, ancora di più questa carenza si rileva nell’ambito della sclerosi multipla, nonostante il post partum possa portare alla perdita momentanea di alcune funzioni cognitive e fisiche, che possono essere limitanti nella cura del bambino.

“SoSMamma” si presenta come un progetto innovativo, non solo per la tipologia di interventi previsti, ma perché consentirà di raccogliere dati su un campione di donne con sclerosi multipla in gravidanza o madri da meno di un anno. Prevediamo, nell’arco dei due anni e tenendo conto dei tempi naturali della gravidanza, di includere 25 donne con sclerosi multipla a partire dalla prima settimana di vita del bambino.

Partner del progetto “soSMamma” è L’Alveare, coworking con spazio baby di Roma, primo esemio di welfare urbano che integra al coworking un servizio educativo innovativo.

 

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *